Peppi Nnappa

Peppi Nnappa è la maschera ufficiale del Carnevale di Sciacca il cui nome dialettale significa “Giuseppe con la toppa nei pantaloni” o “con la patta nei pantaloni”. Arrivata nel territorio saccense nel Dopoguerra, i connotati di Peppi Nnappa sono stati personalizzati e legati al luogo attraverso il richiamo ai colori del gonfalone del Comune di Sciacca: il verde e il nero.
Il primo Peppi Nnappa è stato realizzato nel 1950 ad opera di Lillo Assenzo e Calogero Amico, anche se si hanno testimonianze della circolazione della maschera già nell’edizione del 1948. La maschera è accompagnata dall’inno ufficiale del Carnevale di Sciacca dal titolo Peppi Nnappa di Giuseppe Panunzio che risale all’edizione del 1950. Ogni anno Peppi Nnappa è la maschera che apre la sfilata con un carro fuori concorso che lo ritrae su un asino o su un barile di vino, con salsiccia in mano. Al termine dell’ultima giornata della manifestazione il carro di Peppi Nnappa sosta nella piazza centrale di Sciacca dove viene bruciato in mezzo alla folla che assiste la fine del Carnevale, ripetendo un cerimoniale di buon auspicio al vivere bene.