Il Carnevale di Sciacca

La storia del Carnevale ha origini lontane, quando le prime mascherate di fine Ottocento si muovevano spontaneamente per la città, recitando prima su improvvisazione, poi su testi elaborati da copionisti, il primo dei quali fu Luigi Venezia. Il Carnevale di Sciacca era originariamente un appuntamento gastronomico di cui abbiamo una data certa, il 1626, ma l’appuntamento ricorrente del divertimento sociale è da rintracciare intorno al 1882, come ci attesta un’Ordinanza sull’uso delle maschere a Sciacca. Nel Dopoguerra si ha una ripresa del Carnevale, si svolgeva in campagna ed era contraddistinto da recite che impegnavano i personaggi del popolo. Oggi si caratterizza per una molteplicità di aspetti culturali: è un rito di passaggio sancito alla fine di ogni edizione con il rogo di Peppi Nnappa, una ricorrenza gastronomica, una festa chiassosa, la descrizione di fatti sociali, ma è anche definito “Carnevale senza transenne”, in cui ognuno – con o senza costume, con o senza maschera – può inserirsi nella festa e divertirsi.

Informazioni utili

Orari di apertura in aggiornamento

Via Fratelli Bellanca,
angolo Via Salvador Allende
92019 Sciacca (AG)

Attività e news